ministero
registrati

Guida per il Proprietario

Scarica la Guida in pdf.

Gentile proprietario, se è arrivato su questo sito e sta per usufruire del nostro servizio, ha già dimostrato la sua sensibilità verso i gatti. Non le sarà difficile seguire questa breve guida scritta per lei.

Proprietario o detentore?

Ai fini del possesso responsabile del gatto principio ispiratore del'Anagrafe Nazionale Felina, non rileva il distinguo fra il concetto di proprietario (cfr. Codice Civile) e il concetto di detentore (colui che in un dato momento assume l'onere di prendersi cura di uno o più gatti).
Si impegna alla prestazione nei confronti del medico veterinario e nei confronti dell'animale colui che la richiede.
Il proprietario/detentore che richiede la prestazione e che figurerà registrato all'Anagrafe Nazionale Felina dovrà essere maggiorenne.

Per identificare e registrare il proprio gatto

Il proprietario/detentore può rivolgersi ad uno del medici veterinari aderenti all'Anagrafe Nazionale Felina individuando, nell'elenco pubblicato on line il medico veterinario territorialmente più vicino.
Sarà possibile accordarsi, preferibilmente su appuntamento, per l'esecuzione della prestazione sul proprio animale.
L'inoculazione del dispositivo dì identificazione elettronico (microchip) è un atto medico veterinario, che deve essere eseguito solo a cura di un medico veterinario iscritto all'Ordine professionale.

Termini del servizio al proprietario

Le prestazioni eseguite dal medico veterinario per le finalità dell'Anagrafe Nazionale Felina consistono in:


Le prestazioni eseguite dal medico veterinario per le finalità dell'Anagrafe Nazionale Felina non sono gratuite. Il compenso è liberamente determinato dal singolo professionista/struttura veterinaria (Legge n. 248/2006).

I medici veterinari aderenti all'Anagrafe Nazionale Felina non possono essere contattati per motivi diversi (es. richieste di consulenze telefoniche, informazioni, urgenze, ecc.) da quello per cui figurano in elenco o comunque non sono tenuti a rendersi disponibili.

Attestazione di avvenuta identificazione e registrazione

Il medico veterinario rilascia al proprietario/detentore una attestazione di avvenuta identificazione del gatto mediante microchip e di contestuale registrazione nella banca dati dell'Anagrafe Nazionale Felina.
All’occorrenza, è previsto anche il rilascio di una attestazione di cambio di proprietà.

I dati del proprietario in Anagrafe

Il medico veterinario registra solo i dati personali del proprietario/detentore utili al perseguimento delle finalità dell'Anagrafe: nome, cognome, codice fiscale e recapiti.

Privacy

Ai fini della normativa sulla privacy (D.Lgs, n. 196/2003), l'informativa circa il trattamento dei dati personali del proprietario/detentore per le finalità dell'Anagrafe nazionale felina viene fornita verbalmente dal medico veterinario al proprietario/detentore.
Solo i veterinari aderenti all'Anagrafe accedono ai dati personali dei proprietari.
Il database non contiene dati sensibili.

Reperibilità del proprietario/detentore

Contestualmente all’adesione all’Anagrafe Nazionale Felina, il proprietario/detentore fornisce i dati anagrafici e segnaletici necessari all’espletamento del servizio. Una delle finalità qualificanti dell'Anagrafe è infatti quella di favorire il ricongiungimento dell’animale smarrito al suo proprietario/detentore.
Il proprietario/detentore qualora non accettasse di inserire i propri dati personali nell’Anagrafe, invaliderebbe di fatto il servizio.

Possesso responsabile del gatto

L'identificazione del proprio animale è un gesto di responsabilizzazione del proprietario/detentore che, attraverso l'attribuzione di un codice (microchip) e la contestuale registrazione nell'Anagrafe Nazionale Felina, contribuisce alla tutela del proprio animale.
Il proprietario/detentore che registra il proprio gatto nel database sarà già particolarmente motivato e sensibile verso le finalità dall'Anagrafe e pertanto non avrà alcuna difficoltà a collaborare con il medico veterinario, informandolo tempestivamente di ogni variazione relativa:


In caso di rinvenimento del proprio gatto (a seguito di smarrimento o furto), il proprietario/detentore si impegna alla massima collaborazione con i medici veterinari dell'Anagrafe per il tempestivo ricongiungimento con l'animale, fornendo recapiti di pronta reperibilità.

I dati a cura del medico veterinario


Per favorire l'attribuzione della razza e la descrizione dei gatto, sulla base di criteri univoci, la banca dati dell'Anagrafe si è basata sulle attuali conoscenze di genetica adottando apposite schede sintetiche corredate da immagini.

II proprietario/detentore può

In caso di rinvenimento di un gatto

Chiunque rinvenga un gatto che si abbia ragione di ritenere smarrito o abbandonato può rivolgersi a qualsiasi medico veterinario o autorità preposta (es. i Servizi Veterinari o Polizia Locale/Municipale) per verificare, attraverso un apposito lettore, la presenza di un identificativo elettronico (microchip) e il relativo codice.

L’inserimento del codice del microchip dalla home page consente di verificare la presenza del gatto. Attraverso il numero di microchip, è possibile interrogare la banca dati dell’Anagrafe Nazionale Felina acquisendo le seguenti informazioni e dando corso alle seguenti azioni:


Solo i medici veterinari possono utilizzare i dati del proprietario/detentore per stabilire il contatto utile a favorire il ricongiungimento.

In caso di insuccesso (recapiti non più validi, indisponibilità del proprietario/detentore), il medico veterinario disporrà la consegna del gatto, da parte dei rinvenenti, alle autorità cittadine e sanitarie del luogo di ritrovamento.



Dal sito www.salute.gov

È utile ricordare che i medici veterinari liberi professionisti possono registrare i gatti per scelta dei proprietari anche nella banca dati privata denominata Anagrafe Nazionale Felina (anagrafenazionalefelina.it) realizzata dall’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani).

È opportuno perciò effettuare la ricerca del microchip di un gatto smarrito anche in questa banca privata.