ministero
registrati

Le razze feline Burmilla

« Torna all'elenco razze foto esemplare

STANDARD

Corpo: compatto, arrotondato, con un petto largo, molto aperto e ampio. Spalle e anche della stessa larghezza, treno posteriore più alto dell'anteriore. Ossatura solida, cassa toracica larga. Media lunghezza, muscolatura possente e peso sorprendente per la taglia.
Testa: rotonda, di media taglia, guance piene e rotonde.
Naso: stop evidente all'altezza degli occhi.
Mento: rotondo.
Occhi: ben distanziati, rotondi con tutte le sfumature di verde.
Collo: corto ben sviluppato.
Orecchie: ben distanziate, larghe alla base e con punte arrotondate.
Zampe: ossatura media in proporzione con il corpo e con la coda.
Piedi: di taglia media e rotondi.
Mantello: corto, lucido e setoso e con abbondante sottopelo.
Coda: spessa alla base, si assottiglia verso la punta.

SELEZIONE E COLORI

Nel 1983 fu fondato un club per promuovere la ricerca e lo sviluppo della razza, che prevedeva un programma di selezione molto impegnativo con quattro step di accoppiamenti.
La razza fu ufficialmente riconosciuta dalla Cat Association of Britain nel 1983, dalla FIFe nel maggio del 1994 e dal GCCF nel 1995.
Anche alcune associazioni americane la riconoscono, ma ad oggi non la ammettono in campionato.
Il Burmilla è riconosciuto sia shaded sia tipped (chinchilla). Il colore di fondo deve sempre essere bianco-argento, le punte possono essere silver o brown, blu, chocolate, lilac, ma anche rosso, crema e squama di tartaruga in tutte le combinazioni possibili.
La differenza tra il colore burmese e il colore pieno è spesso difficile da trovare, ad esclusione del silver e del brown.
Il tipping dev'essere omogeneo, mai troppo chiaro, altrimenti il contrasto non è ben evidente.
Le marche tabby non devono essere presenti sul corpo, ma solo sulle zampe, sul muso e sulla coda.
Con l'età, il tipping sul dorso tende a diventare più scuro. In esposizione, gli occhi color oro sono penalizzati e quelli blu portano alla squalifica.

ACCOPPIAMENTI PERMESSI

Sono permessi accoppiamenti con il Burmese, Asian e Tiffany.

« Torna all'elenco razze 

Dal sito www.salute.gov

È utile ricordare che i medici veterinari liberi professionisti possono registrare i gatti per scelta dei proprietari anche nella banca dati privata denominata Anagrafe Nazionale Felina (anagrafenazionalefelina.it) realizzata dall’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani).

È opportuno perciò effettuare la ricerca del microchip di un gatto smarrito anche in questa banca privata.